Menu
Tablet menu

Dalla zona cottura all'ambiente cucina

Anche nell'arredamento, come nell'abbigliamento, ci sono stili che vanno e altri che ritornano, rivisti e corretti. Mode e tendenze dettate soprattutto da nuovi stili di vita e, per quanto riguarda la casa, tutto ciò che comporta una miglior fruizione degli ambienti e quindi una maggiore comodità e funzionalità dei momenti di vita domestica diventa subito un must have.

  

Se parliamo dell'ambiente cucina e ripercorriamo gli ultimi 20/30 anni ci rendiamo conto di quanto sia cambiata la visione comune di cucina e di tutta la zona giorno. Negli anni '70 la cucina era un cucinotto, detto anche "tinello". Un piccolo stanzino che conteneva tutte le parti funzionali alla preparazione dei cibi: lavello, scolapiatti, angolo cottura, forno ecc.. Una zona relegata tra strette pareti e nascosta dalla zona pranzo… perché ciò che si faceva in cucina non andava mostrato.

Poi è arrivata la cucina "all'americana" e ha rivoluzionato completamente la visione "borghese" del famigerato tinello. Abbiamo scoperto che la cucina poteva essere un ambiente da vivere in famiglia, dove la mamma cucinava mentre i bambini facevano i compiti e dove si poteva anche prendere un caffè con le amiche. La scoperta dell'acqua calda, se pensiamo alle cucine dei casolari di campagna: enormi, con grandi tavoli in legno massiccio, armadi spaziosi. Erano luoghi di aggregazione per amici e parenti.

[Nella foto un particolare di una cucina Doimo con piano in Dekton di Cosentino, una nuova superficie ultra compatta per i piani lavoro della cucina)

Ma si sa che quel che viene dall'estero ha tutt'altro fascino (ed è ancora così). Così arriviamo ad oggi, dove la cucina e il living sono ormai un tutt'uno: un po' per comodità, un po' per moda e sicuramente anche perché in città i metri quadri scarseggiano (o costano cari) e quelli che abbiamo vanno valorizzati al massimo!

Sono partita un po' da lontano per introdurre un brand, Doimo Cucine, che di cucine ne produce molte e che fa parte di uno dei gruppi italiani più rilevanti per quanto riguarda tutto l'arredamento casa.

Recentemente siamo stati alla presentazione delle novità 2015, presso lo show-room di Milano e abbiamo constatato come alcune delle "tendenze casa" più attuali siano riprese e addirittura enfatizzate in queste nuove proposte.

Per i più appassionati o per chi magari sta pensando di farsi la cucina nuova, ecco qualche "appunto" che potrebbe interessarvi...

NIENTE PARETI, SOLO ZONE FUNZIONE
Ricordate il tinello + cucina + sala da pranzo? Ecco qui "l'evoluzione della specie": niente più pareti, ma una sola grande stanza dove gli arredi sono disposti "a zona", in base alla funzione d'uso. Zona cucina con l'area cottura e lavello a parete e, di fronte, l'isola che può svolgere diversi compiti: piano d'appoggio, zona snack (bancone tipo bar con sgabello) per lo spuntino al volo o la colazione. L'isola è collegata ad un mobile contenitore per lo "storage" di pentole, piatti ecc., da dove parte poi anche una penisola, altezza tavolo da pranzo… ed è già living! Una bella soluzione per sfruttare bene l'ambiente conviviale ed avere tre diverse zone diverse, tutte comunicanti. Ci piace davvero molto! Il modello è Extra di Doimocucine.

PER CHI CUCINA IN COPPIA
Sorriderete, ma forse non troppo, pensando che spesso quando si lavora in due in cucina ci si pesta i piedi. Dai-spostati-che-non-apro-l'anta, togliti-che-non-passo, finisci-tu-che-dopo-faccio-io, attento-all'anta-che-l'ho-lasciata-aperta. Chi ama cucinare (e lo fa in coppia) adorerà questa soluzione, perfetta per chi ha spazio per una "signora cucina", con doppia zona di lavoro: da una parte lavello e piano cottura (senza pensili così da non conficcare ante in testa a chi lavora)… dall'altra forni, armadi contenitore e un tavolo a penisola che, all'occorrenza, diventa angolo snack+ pranzo o ulteriore piano d'appoggio. Che dire: qui non si può litigare… ad ognuno il suo spazio! Il modello di Doimocucine si chiama Aspen, perfetto per chi ama lo stile industrial chic!

UNA CUCINA "SOSPESA"
D'ispirazione scandinava, questo modello che si chiama Fjord, più che una cucina sembra una libreria. In effetti la modularità evidente dei pensili sospesi, il paraschizzi ridotto al minimo necessario, i vani a giorno che s'intersecano con i pensili di altezze diverse compongono una cucina che è sicuramente funzionale, ma che si adatta perfettamente in un living aperto tra librerie, zona tv, divani e tavolo da pranzo. Leggera, poco invadente… è un nuovo concetto di angolo cottura, infatti la vera novità è che non assomigliando per nulla alla classica cucina lineare, s'inserisce benissimo in un open space… e si fa notare!

LA SCATOLA… A VISTA
Molto bella anche la soluzione di questo modello che si chiama Materia (e che come i precedenti è disponibile in svariati colori e finiture). Qui la zona contenitiva è pressoché relegata tutta a muro e completamente chiusa, in modo da non avere in vista neppure un piatto e garantire il massimo ordine. Di fronte il bancone con zona cottura + lavello per cucinare rivolti verso il living, con la penisola che funge da tavolo pranzo/zona snack e la grande cappa che scende dal soffitto. Questa è una delle soluzioni predilette dagli architetti. Indubbiamente è lineare, molto pulita ed elegante. 

Quale soluzione vi convince di più?
L'importante è scegliere quella più adatta al nostro stile di vita e alle nostre abitudini: se cuciniamo molto (o poco), se riceviamo spesso amici, se abbiamo bimbi in casa, ecc. In tutti i casi la cucina rimane uno degli ambienti più importanti della casa ed è bello curarla in ogni dettaglio, anche aggiungendo qualche complemento ornamentale o con qualche tocco particolare come questi lampadari (con uccellino) di Casamania. Simpatici vero?

  

Vota questo articolo
(1 Voto)
Torna in alto