Menu
Tablet menu

Una casa sicura

Nella top ten delle fobie delle quali soffriamo noi donne (e uomini) contemporanei c’è sicuramente la paura dei furti.

Prima o poi capita che ti fregano la borsa… anche se stai attenta, non puoi esserlo sempre e per tutta la vita. Capita che l’appoggi un secondo e tac: il secondo è stato fatale. Oppure ti aprono la zip al supermercato, sfilandoti il portafogli, mentre tu stai leggendo le etichette. Per quanto attenti possiamo essere, c’è sempre l’attimo fuggente e qualcuno che lo coglie al volo.

Adesso le carte di credito e i bancomat si bloccano subito e, se i contanti non sono tanti, il vero danno è perdere qualcosa a cui si tiene, dai ricordi, alla borsa (quella che magari avevi aspettato tanto prima di comperare), al portafoglio con tutte le tesserine (che sbattimento poi rifarle tutte), per non parlare del cellulare, con tutta la nostra vita dentro!

Il vero danno è spesso più psicologico che materiale. Ci si sente, di fatto, violentati. Un sentimento che diventa ancora più intenso quando i ladri entrano in casa.

Difficile descrivere ciò che si prova ad aprire la porta di casa e a scoprire che qualcuno è entrato. Cominci a girare per le stanze quasi fossi un estraneo: l’improvviso disordine, i cassetti aperti, gli oggetti per terra, i mobili svuotati, le tue cose per terra. E poi inizia la conta di ciò che non si trova più…

Ti capita una volta e lo ricordi per sempre. Diventa una psicosi che ti perseguita quotidianamente, soprattutto in vacanza. Tipo che quando rientri a casa e apri la porta dopo giorni, trattieni il respiro prima di accendere la luce e poi… relax, tutto a posto.

Ricordo che mia nonna teneva la chiave sotto lo zerbino o nel vaso di fiori. Così se arrivavi prima di lei, invece di aspettare fuori, prendevi la chiave ed entravi. Ecco, rende bene l’idea di come sia cambiato il mondo e di come, gioco forza, dobbiamo trovare soluzioni per ripristinare un po’ di serenità nella nostra vita ed evitare di diventare schiavi delle nostre paure.

Per proteggerci dai borseggiatori non ci sono molte tattiche garantite, ma per salvaguardare la nostra casa di soluzioni ce ne sono diverse. Quella esteticamente meno impattante, che non ci fa sentire chiusi dietro le sbarre è sicuramente l’allarme.

L’allarme casa senza fili di Somfy permette di installare le fotocellule in tutte le stanze dell’abitazione, senza dover effettuare opere murarie invasive e ci sono soluzioni studiate ad hoc anche per il giardino.

Tra l’altro queste nuove tecnologie permettono il controllo in remoto da computer o da smartphone. Quante volte ci capita di incorrere nell’ennesima paranoia del tipo: “ho chiuso o no?” Ecco, con questi speciali allarmi potrete verificare in ogni momento se avete inserito l’allarme o meno e accendere la telecamera mentre siete in vacanza. 

Non c’è investimento migliore per la nostra serenità!

Vota questo articolo
(2 Voti)
Torna in alto