Menu
Tablet menu

Il fascino del focolare

È una sera di metà gennaio, è freddo e c’è nebbia. Guardo fuori dalla finestra le raffiche di vento che incurvano i rami delle piante in terrazza. Mi manca stare fuori, ma le temperature sono davvero troppo rigide. Ci vorrebbe una coperta e ancor meglio un focolare, allora sì che la veranda sarebbe molto piacevole, anche in inverno.

Così, mentre canticchio Perfect di Ed Sheeran (pure lui al calduccio della sua baita di montagna), mi torna in mente quell’idea che avevo di sistemare un caminetto in terrazza e mi metto a navigare un po’ in rete. La mia rovina… perché poi le idee si sommano, i desideri si allargano, ma non il portafoglio, purtroppo!

 

Ph. via Pinterest

Però il mio progetto ha basi solide e viene da lontano, dai tempi del trasloco. C’è una canna fumaria pronta all’uso che aspetta solo che qualcuno le dia un senso. Originariamente si pensava ad un camino, ma l’opzione di una stufa di design ci sta conquistando poco a poco.

Anzitutto non richiederebbe laboriosi interventi murari, perché si tratta di un prodotti freestanding, dovremmo solo scegliere il modello che più ci piace e collegarlo alla canna fumaria già esistente, quindi un lavoro veloce e non invasivo. Con questa soluzione non ruberemmo metri quadri perché i camini su misura spesso finiscono per essere molto ingombranti e con tavolo, sedie, piante, ecc. il posto inizia a scarseggiare. Tra l'altro, volendo si potrebbe optare per una soluzione ad incasso.

Poter avere una veranda riscaldata aumenterebbe i metri quadri vivibili della casa, anche in inverno. E poi a chi non piace rilassarsi davanti al fuoco vivo? Con gli amici, ma anche da soli. Godersi l’aria frizzante sul viso con i piedi al calduccio… sono quei piccoli momenti di piacere che chiudono la giornata e ti ritemprano in fisico e mente. D'altronde i benefici del calore radiante che combatte ansia e stress sono ben noti.

E intanto che navigo tra un sito e l’altro vedo qualcosa che mi stuzzica ulteriormente. E se la stufa fosse anche un forno? Che meraviglia! Avrei anche una piccola cucina esterna e per di più a legna! Una soluzione perfetta per usare il forno anche nei mesi estivi, senza avere fonti di calore in casa.

 

Sento già il profumo del pane nel forno di ghisa e quello delle caldarroste che scoppiettano sulla piastra! Poi questo look un po’ vintage fa un bel contrasto con il design industrial di casa mia. Che tentazione!

 

Ph. via  Timoelenticchie e Lamiacasashabby

Dovremo rifletterci bene perché in effetti anche la stufa a pellet nera in acciaio verniciato, compatta e minimal, starebbe molto bene e sarebbe anche comoda da gestire.

I prodotti di LaNordica-Extraflame sono infatti tutti estremamente sicuri e facili, sia nella pulizia del vano che nell’accensione, controllata anche da un display digitale. L'ideale riscaldare velocemente l'ambiente anche nella mezza stagione. La potenza si può regolare, a seconda delle esigenze, oltre a garantire ottime prestazioni d’efficienza energetica (tanto che si può richiedere il contributo in conto termico se si sostituisce un apparecchio vecchio, purtroppo non è il mio caso!). Inoltre tutte le stufe a pellet e legna sono certificate per Aria Pulita, la nuova certificazione di qualità che garantisce al consumatore stufe che offrono maggior rendimento e minori emissioni, a vantaggio non solo dell’acquirente, ma anche dell’ambiente.

 

Tutti i modelli sono protetti da vetroceramico, resistente ad altissime temperature, che è uno degli aspetti per me più importanti, perché se è vero che il fuoco crea atmosfera, rimane comunque una sorgente di pericolo.

La scelta ideale, come sempre, è il giusto mix tra sicurezza, design, funzionalità e sostenibilità. 

 

Immagini e info tecniche: LaNordica-Extraflame

Vota questo articolo
(1 Voto)
Torna in alto