Menu
Tablet menu

Quando il gioco aiuta l'ambiente

Un'ottima occasione per imparare a vivere “ecologico” in modo divertente.

Se in casa avete “un piccolo ingegnere” che ama riempire la cameretta con mille strane architetture e costruzioni, da oggi c’è una possibilità in più. Utilizzare mattoncini (meglio sarebbe dire “tondini” vista la forma) di mais ecologici al posto di quelli classici in plastica.

Completamente biodegradabili e con colori sgargianti, ottenuti rigorosamente da coloranti alimentari atossici, si possono utilizzare per creare qualsivoglia oggetto tridimensionale – castelli, animali, fiori, lavoretti di Natale – oppure per realizzare disegni in 2D su carta o vetro.


È sufficiente inumidire con l’apposita spugnetta un pezzetto per attaccarlo “magicamente” ad un altro, senza l’utilizzo di colla. Con un po’ di creatività (e magari lo zampino di mamma o papà!) i risultati saranno davvero sorprendenti!

Per i bambini più grandicelli c’è anche la possibilità di cimentarsi nella costruzione di un modello di una casa ecologica, tutta da assemblare e far funzionare con le energie pulite e alternative: veri pannelli fotovoltaici per alimentare l’impianto elettrico con energia solare, dinamo per creare energia meccanica e turbine ad acqua per produrre elettricità.
Un’ottima occasione per imparare a "giocare ecologico” e un'idea per un regalo di Natale educativo e creativo.


Vota questo articolo
(0 Voti)
Torna in alto