Menu
Tablet menu

In Toscana tra storia, arte e natura In evidenza

La Toscana è una meta ideale per vacanze brevi: tanti luoghi da visitare a pochi chilometri di distanza. Sono molti gli itinerari che si possono organizzare per una vacanza di qualche giorno. Quello che vi proponiamo è un mix di storia, arte e natura, perfetto anche per i bambini.

La Toscana offre molte certezze: panorami favolosi, ottimo cibo, bellezze artistiche e... turisti a profusione! Purtroppo non esiste un "periodo furbo" per viaggiare in questa regione perché è talmente famosa nel mondo per la sua bellezza che troverete turisti sempre ed ovunque, quindi rassegnatevi. Unico consiglio utile, cercare di alternare le mete al alta densità turistica, come le città storiche o i borghi più famosi, con altre meno gettonate, ma non per questo meno suggestive.

Altro suggerimento pratico: prenotare online, da casa (possibilmente diverse settimane prima della partenza), qualsiasi biglietto d'entrata per visitare i monumenti o musei più noti; risparmierete tempo, eviterete le file e vi assicurerete l'entrata. Spesso infatti molti monumenti sono a numero chiuso e vanno sold out velocemente come gli Uffizi, la Torre di Pisa, ecc.

Proprio a Pisa, la cui Piazza dei Miracoli rimane un luogo di straordinaria bellezza, di quelli che si visitano e rivisitano più volte, riuscendo sempre a rimanere a bocca aperta, suggeriamo una tappa naturalistica, probabilmente poco nota ai tanti, ma che ci ha conquistato: La Sterpaia, una delle zone di accesso al Parco Regionale Migliarino San Rossore che si estende lungo tutta la costa indicativamente da Viareggio fino quasi a Livorno. Il parco è vastissimo e solo alcune zone sono accessibili al pubblico, altre sono visitabili solo con guide, poiché sono aree protette. Si tratta di una vastissima radura che arriva fino al mare. Infatti è possibile prenotare gite in carrozza presso il maneggio e raggiungere il mare, oppure ci si può arrivare a piedi, sempre attraverso un itinerario con guida. Un luogo davvero incantato che per certi versi ci ha ricordato molto le radure della Camargue.

Tra prati, pini marittimi e qualche anfratto boscoso è possibile vedere daini allo stato libero, cavalli bianchi, mucche e altri animali in recinto e, con un po' di fortuna (a noi è capitato) avvistare qualche volpe e qualche cinghiale. Per rendere l'esperienza ancora più singolare abbiamo pernottato all'interno del parco, nel grande casale.


Di notte i cancelli del parco chiudono fino alle 7 del mattino successivo e la città vi sembrerà lontanissima (benché il centro di Pisa disti solo qualche chilometro).

All'imbrunire potrete passeggiare nel bosco, ascoltando il canto dei tantissimi uccelli del parco che, al tramonto, si uniscono in un ensemble che ci ha letteralmente catapultato in paradiso (guardate il video su instagram qui). Altra esperienza che consigliamo è quella di svegliarsi all'alba e passeggiare nel parco... sarete in buona compagnia perché daini ed altri animali liberi nel parco vi osserveranno da lontano.

Spostandovi invece verso le colline del Chianti, meta enogastronomici oltre che turistica, consigliamo una tappa a San Galgano, il rudere di una cattedrale gotica di cui sono rimaste intatte solo le mura. Immersa nella campagna senese, con il soffitto e finestre fatte di cielo, la visita all'abbazia è sicuramente un'esperienza coinvolgente per tutta la famiglia. Noi ci siamo ritornati dopo tanti anni ed è sempre bellissima, soprattutto in una giornata di sole.

Immancabile anche la tappa a San Gimignano che, con le sue torri e il suo borgo medievale, domina dall'alto tutta l'area collinare circostante regalando una vista da cartolina al visitatore. Segnaliamo anche il Museo delle Torture (per i più coraggiosi) e la pluri-premiata Gelateria Dondoli, in piazza Cisterna, per una memorabile merenda! 

Dirigendovi verso Siena, il borgo fortificato di Monteriggioni (sulla via Francigena) è assolutamente da vedere, mentre nei pressi di Poggibonsi segnaliamo un'attrazione forse ancora poco conosciuta, l'Archeodromo, la riproduzione in scala 1:1 di un villaggio del periodo franco (IX e- metà X secolo) con capanne, fornace, laboratori e tutti i mestieri artigiani medievali che riprendono vita nelle rievocazioni storiche domenicali. Il villaggio è realizzato all'interno del parco archeologico di Poggibonsi, a fianco dei ritrovamenti dei resti del villaggio di periodo carolingio. 

Dulcis in fundo, non può mancare una sosta a Siena, con la visita alla famosa Piazza del Campo, il Duomo con i suoi marmi bianchi e neri, il battistero, la libreria e tutte le mete che l'offerta turistica della città ha da offrire, incluse le tante prelibatezze del territorio!

La Toscana è veramente un concentrato di storia, arte e natura e gli itinerari e i luoghi da scoprire e visitare sono davvero molti, quindi il nostro suggerimento è di pianificare il vostro itinerario non limitandosi alle singole città, ma inserendo anche brevi tappe nei territori circostanti, alla scoperta di luoghi e panorami di cui magari non avete mai sentito parlare. Maggior informazioni le trovate sul sito ufficiale di visituscany.com.

Buon viaggio!

Vota questo articolo
(1 Voto)
Torna in alto