Menu
Tablet menu

Viaggio a Londra: fare e non fare In evidenza

It's always a good time... parafrasando il graffito del negozio di ciambelle di Shoreditch, è sempre un buon momento per andare a Londra, in qualsiasi stagione, per un weekend o per più giorni. Londra è una città che ha tanto da offrire, ma non è una città facile: per godersi il viaggio bisogna partire preparati.

Di guide online ne troverete tante, sicuramente più complete di questo post, ma se avete poco tempo da dedicare alla pianificazione del viaggio, ecco alcuni consigli che vi torneranno utili.

COSE DA FARE, OVVERO SUPER CONSIGLIATE

Oyster card: sì o no? Ecco il nostro consiglio è assolutamente, spassionatamente... sì!
Questa card ricaricabile permette di pagare elettronicamente i trasporti pubblici inglesi (metro, bus e treno) ed è indispensabile. Purtroppo va prenotata per tempo (qui il link) e per evitare la burocrazia si tende a pensare di fare i biglietti direttamente alla stazione, cosa sempre possibile. Il problema è che per ogni biglietto (anche giornaliero) che dovrete fare, probabilmente perderete tempo in lunghe file oppure si può rischiare di rimanere fermi perché i terminali sono fuori uso (anche per più di un'ora). Questo capita spesso purtroppo (a noi è successo due volte in un solo weekend) e in questi casi, a meno che non abbiate l'Oyster card, dovrete attendere il ripristino del sistema, oppure essere costretti a cambiare itinerario, o andare a piedi. Se avete programmato visite ad orari precisi, questo tipo di disagio non è indifferente. 

Alloggiare in appartamento: decisamente preferibile all'hotel. Gli alloggi a Londra sono tutti molto costosi, gli hotel non sono da meno. Purtroppo il rapporto prezzo-qualità è mediamente più basso rispetto a molte altre città europee, quindi scegliere un appartamento può essere strategico per poter alloggiare in una zona comoda e facilmente raggiungibile, senza spendere una fortuna. Inoltre avere anche solo un angolo cucina vi permette di evitare di pranzare e cenare sempre fuori. Tra pub e ristoranti i locali non mancano, ma il cibo spesso non è di qualità ed è costoso, soprattutto con l'aggiunta delle inevitabili mance. Potersi rilassare a casa, tra una tappa e l'altra, anche consumando un piatto in take away è una soluzione perfetta, soprattutto per le famiglie.

Scegliere le attrazioni prima di partire (London Pass si o no): per poter decidere se fare o meno il London Pass, la card che vi consente di accedere a molte attrazioni a prezzi ridotti, vi conviene anzitutto decidere cosa volete vedere. Il London Pass copre infatti molte attrazioni, ma non tutte e tante sono gratuite, come ad esempio il British Museum o lo Sky Garden. Quindi valutate bene e fate i vostri conti, potrebbe non convenirvi.

Cruise sul Tamigi al tramonto: la crociera sul Tamigi è una tappa irrinunciabile per vedere la City da un diverso punto di vista. Londra però è una città grigia, spesso nuvolosa. L'orario ideale per fare la crociera è quello del tramonto (a seconda della stagione). E mentre navigherete lungo le sponde del Tamigi vedrete accendersi le mille luci colorate dei grattacieli della city: uno spettacolo mozzafiato. E si può fare anche in inverno con una sciarpa e un paio di guanti.

Passeggiate a piedi: Londra è grande ed è inevitabile usare i mezzi per muoversi in città. Quando possibile però privilegiate i percorsi a piedi: attraversate ponti, entrate nei tanti parchi e giardini pubblici, sempre pieni di scoiattoli socievoli (anche troppo a volte).

Camminate lungo le affollate strade londinesi e scoprirete negozi e locali di tendenza. Inevitabile fare anche un po' di shopping no? A Londra si trovano sempre cose curiose e originali, soprattutto a Carnaby Street.

Non temete i sottopassaggi, quando li vedete illuminati e pieni di gente (e di coloratissimi graffiti), perchè solo così è possibile scoprire la città. E, ovviamente, dotatevi di scarpe ultra comode!

COSE CHE POTETE ANCHE EVITARE...

I mezzi di superficie: Londra è piena di black cabs (taxi neri) e di autobus (i famosi double deck rossi). Un giro "turistico" merita sempre, ma se vi volete muovere in velocità evitate i mezzi di superficie, altrimenti rimarrete bloccati nel traffic jam londinese. La metro è sicuramente il mezzo più rapido per muoversi in una città di queste dimensioni. Il taxi rimane sempre un'ottima alternativa per tragitti corti, soprattutto se siete in ritardo o in orari notturni. E poi, almeno una volta dovete prenderne uno al volo, solo alzano il braccio... fa parte del vivere in pieno l'esperienza londinese.

London eye: anche no, grazie.
Sicuramente è scenografico, ma se andate di fretta e non volete perdervi più di due ore, tra fila (anche se avete prenotato) e giro sulla ruota panoramica, per vedere la città stipati dentro una bolla di vetro, per giunta appannato, sappiate che proprio dietro il London Eye, a pochi passi di distanza è possibile vedere lo stesso identico panorama (anzi molto più bello) da un'altezza maggiore e gratuitamente, lo Skygarden!

In un contesto di straordinaria bellezza, ovvero il roof garden del Walkie Talkie, lo strano grattacielo di 20 Fenchurch Street, potete ammirare tutta la City a 360 gradi. Ricordate solo che la visita va prenotata in orario prestabilito sul sito, ma poi l'entrata è veloce, appena una decina di minuti per il controllo sicurezza. 

 

I ristoranti in franchising: a Londra trovate tutto, ovvero qualsiasi caffetteria, pizzeria o fast food globalmente noto. Io li eludo un po' ovunque, a Londra secondo me sono da evitare in senso assoluto, perchè sono più cari rispetto al resto d'Europa e spesso più scadenti per pulizia e servizio. Certo non si può generalizzare, ma il più delle volte è così. Sperimentate invece qualche insegna locale e optate per le piccole caffetterie, si riveleranno delle deliziose scoperte. Se poi siete dalle parti del Buckingham Palace, poco distante c'è la rinomata pasticceria di Peggy Porschen... "the best cupcake ever". C'è spesso la fila fuori,  ma ne vale assolutamente la pena.

Invece, anche se può sembrare la classica tappa turistica, inserite comunque nel vostro programma un salto da Harrods, perchè merita sempre!

Londra è una città dove non ci si annoia mai e dove si ritornerebbe almeno altre cento volte, trovando sempre nuove cose da fare. Per viverla al meglio occorre però organizzarsi molto bene, per non perdere tempo prezioso nei trasferimenti e nelle pause. Per pianificare i vostri itinerari è consigliabile calcolare i tempi dei tragitti (anche quelli a piedi) con google maps, uno strumento molto comodo per organizzare il viaggio nei minimi dettagli, come spiegato in questo post.

Non ci resta che augurarvi buon viaggio e... non dimenticate l'ombrello! 

Vota questo articolo
(1 Voto)
Torna in alto